pac2016

Dopo che il Governo ha incassato la fiducia, il Ministero delle Politiche Agricole, presieduto dal neo ministro Gian Marco Centinaio, ha pubblicato gli attesi decreti di proroga del termine per la presentazione della Domanda Unica e per l'attuazione delle misure previste dal Regolamento Omnibus (DM 7 giugno 2018 n. 5465 e 5467). Contemporaneamente Agea ha ufficializzato le relative circolari applicative, peraltro già note.

Si tratta di norme importanti, approvate da oltre un mese dalla Conferenza Stato-Regioni qualche mese fa, che avevamo già pubblicato nelle precedenti newsletter e anche nel notiziario "Gli Agricoltori Veneti" allo scopo di informare le aziende sulle novità della Pac 2018.

Per quanto riguarda la presentazione della domanda unica, il cui termine -come è noto- è stato prorogato al 15 giugno 2018, è possibile presentare una domanda tardiva entro il termine del 10 luglio 2018 subendo le decurtazioni previste dalla regolamentazione comunitaria.

Con le disposizioni pubblicate finalmente si ufficializza che sono considerati terreni a riposo i terreni ritirati dalla produzione per un periodo minimo continuativo di sei mesi a partire dal 1° gennaio e fino al 30 giugno. Il periodo sale a 7 mesi per i terreni a riposo coltivati con piante mellifere.

Relativamente ai giovani agricoltori si conferma che dal 2018 l'importo del pagamento è elevato al 50% del valore medio dei diritti all'aiuto detenuti dall'agricoltore per la durata complessiva di 5 anni. La circolare Agea, con riferimento al premio per i giovani delle persone giuridiche, precisa che è possibile che dopo la presentazione della domanda unica si verifichino dei mutamenti della compagine sociale. Al riguardo, per beneficiare del pagamento in questione, nella compagine sociale deve obbligatoriamente continuare a essere presente almeno una persona fisica che soddisfi i requisiti di giovane. Inoltre, con riferimento al controllo del giovane agricoltore nelle persone giuridiche, l’art. 49 del Reg. (UE) n. 639/2014 stabilisce che il giovane deve esercitare un controllo effettivo e duraturo sulla persona giuridica per quanto riguarda le decisioni relative alla gestione, agli utili e ai rischi finanziari.

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information